Tech.Law: “Cocacolla.it: l’avvocato serve prima!”

mar, 28 febbraio 2012 - 2 minutes read

#Supportcocacolla. E’ questo l’hashtag attorno al quale, negli ultimi giorni, si è sviluppata in Rete la protesta per quanto accaduto a CocaColla, un blog che si occupa di advertising, arte e design fin dal 2010.

Questi i fatti. Come scrivono i suoi fondatori, l’idea di dare questo nome al blog nacque mettendo insieme la “colla, elemento fondamentale dell’artistica di base e della street-art e la Coca-Cola, simbolo della cultura pop, dell’industrializzazione e della pubblicità”. In poco tempo, cocacolla.it diventa così famoso che i suoi fondatori decidono addirittura di farne un marchio registrato, avviando la relativa pratica.
Ma qualche giorno fa, il 1° febbraio 2012, i legali della Coca Cola Company hanno fatto recapitare ai gestori del sito cocacolla.it due diffide: una relativa alla registrazione del marchio, l’altra contenente la richiesta di cessione del dominio “cocacolla.it”.

In base a quanto riportato su cocacolla.it, secondo gli avvocati della multinazionale di Atlanta, “la registrazione e l’utilizzo da parte sua del nome a dominio www.cocacolla.it determina l’insorgere di un grave rischio di confusione per i consumatori che possono essere indotti a ritenere che il segno COCACOLLA ed il nome a dominio www.cocacolla.it siano volti a contraddistinguere prodotti/servizi distribuiti, organizzati o sponsorizzati dalla nostra cliente o che comunque l’uso del segno COCACOLLA da parte sua sia stato autorizzato dalla nostra assistita in base ad accordi o altri legami contrattuali o societari, il che non corrisponde al vero. L’uso del segno COCACOLLA e del nome a dominio www.cocacolla.it da parte sua costituisce inoltre contraffazione dei celebri marchi costituiti dalla dicitura Coca-Cola della nostra assistita.”

(Continua a leggere su TechEconomy.it)

Cocacolla.it chiude

Tags: , , ,