Da LeggiOggi.it: “Lo zaino di Wozniak e quello dell’avvocato”

mer, 25 luglio 2012 - 1 minute read

Qualche giorno fa, ho ammirato su Gizmodo il contenuto tecnologico dello zaino che Steve Wozniak (co-fondatore della Apple insieme al più famoso Steve Jobs) porta sempre con sé: ben 23 kg di laptop,smartphonetablet e altri gadget da geek.

Normale, viene da pensare, lui è un informatico. Ma siamo proprio sicuri che sia così?

Magari lo zaino di Wozniak è un po’ esagerato, ma ormai un numero sempre crescente di professionisti – non necessariamente informatici – affronta le proprie trasferte (lavorative e non) con un inseparabile bagaglio tecnologico che ha ben poco da invidiare a quello di Woz. E gli avvocati non fanno eccezione.

Per rimanere al passo nonostante viaggi e tempi morti (pensate alle ore trascorse in attesa che venga chiamata la “nostra” causa), codici e libri hanno fatto spazio a dispositivi tecnologici che ci consentono di essere sempre connessi.

Di sicuro, siamo in condizione di aumentare l’efficienza (e di essere produttivi in ogni situazione), ma “non è tutto oro quello che luccica” e conviene iniziare a riflettere su pregi e difetti di ciascun device.

In linea di massima, è possibile affermare che il moderno avvocato porta almeno tre tipi di dispositivo nel proprio zaino (magari a pannelli solari per evitare di rimanere a corto di energia elettrica).

(Continua a leggere su LeggiOggi.it)

Tags: , , ,